Altitudine 650 metri s.l.m.
Lat. 45°59'21"12 - Long. 09°37'53"76
Municipio: Telefono 0345.80313
Misure: superficie 10,58 kmq
Valle Brembana, 44,5 km da Bergamo

Eventi e Manifestazioni ad Averara

42^ Sagra delle Castagne a Redivo di Averara - 2016
Caldarroste e piatti della tradizione locale a Redivo di Averara, la quarantaduesima edizione della sagra delle castagne nel piccolo centro brembano. Il pranzo tra i tavoli della tensostruttura per gustare le caldarroste accompagnate dalle specialità locali, come trippa e brasato. Un immancabile appuntamento per gli oriundi e i villeggianti del piccolo paese. Dalla scorsa primavera si organizzano degli incontri, alcuni volontari hanno partecipato a un corso di castanicoltura per imparare l’arte dell’incisione e della pulizia per conservare i castagneti. Il progetto del Comune di Averara è quello di sfruttare la numerosa presenza di castagni a fini turistici. La proposta valorizzerà il paese dal punto di vista ambientale e turistico». Alcune immagini e video durante la Camminata al Castagneto, con Lorenzo Lego e Roberto Egman, presidenti dei Castanicoltori Orobici e di Averara....

Raduno Alpino al Passo San Marco - 2016
Una splendida assolata giornata estiva domenica 17 luglio scorsa ha fatto da cornice al quarantaduesimo incontro degli alpini della Bergamasca e della Valtellina ai quali si sono aggiunte delegazioni in rappresentanza del Comasco e del Lecchese e della IFMS ovvero Federazione internazionale soldati di montagna, una manifestazione con radici nella storia recente delle penne nere che ogni anno arrivano al passo per un fraterno abbraccio al cospetto delle Alpi, nei pressi delle trincee realizzate dopo la rotta di Caporetto della Prima Guerra Mondiale quando si temette che l’esercito austroungarico sarebbe dilagato verso Milano ma venne fermato e poi costretto alla ritirata, Ecco dunque l’incontro al Passo San Marco......

Sagra delle Castagne a Redivo di Averara - 2015
La 41a Sagra della castagna di Averara prende il via oggi con l’escursione accompagnati dall'agronomo Stefano D’Adda e Lorenzo Lego, al castagneto in fase di recupero, alle 15 la visita all’azienda erboristica Soluna, alle 16 «Caldarroste nel bosco», dalle 18 aperitivo con il bandì di Zogno, dalle 19,30 cena con piatti a base di castagne. Domenica, dalle 9,30 l’escursione al castagneto, dalle 10 visita all’azienda Soluna, dalle 12 pranzo e alle 14 caldarroste. Nella due giorni animazione per bambini col Teatro Prova, degustazione e mostra-mercato di prodotti tipici.....

40° Raduno Alpini al Passo San Marco - 2015
Mille Alpini provenienti dalle valli bergamasche, dalla Valtellina, dalla pianura e dal Veneto si sono ritrovate al passo San Marco, che divide Val Brembana e provincia di Sondrio, per partecipare al fraterno incontro che si ripete da 39 anni. Lo hanno promosso e organizzato i gruppi di Averara e Albaredo (Sondrio) capitanati dai rispettivi capigruppo Bruno Paternoster e Nevio Ravelli. Gli alpini dei due gruppi hanno lavorato sodo per preparare l’evento e hanno pienamente centrato l’obiettivo, alle 10,30, come da cartellone, sui due versanti della montagna si sono formati i due cortei – avanti i labari e i gagliardetti dei gruppi (una settantina bergamaschi, una trentina valtellinesi) – che hanno marciato verso il passo, ai piedi dell'altare, dove è avvenuto l'incontro.......

Averara: Cittadinanza onoraria a Mons. Lorenzo Grigis
Buongiorno a tutti. Mi sembra giusto e doveroso ricordare in questa lieta circostanza la vita e le opere del nostro Don Lorenzo perché a volte la memoria ci tradisce e dimentichiamo facilmente il bene fatto per intestardirci solo su alcune negatività di nessun peso. Come sempre purtroppo fa più rumore un albero che cade piuttosto che una foresta che cresce. Il male fa notizia e fa presa sui mass-media e in noi, il bene invece non è mai in prima pagina perché non fa audience. Ciò è sbagliato, perché di bene invece ce n’è tanto e Don Lorenzo ne è stato e ne è un esempio. Don Lorenzo è stato ordinato sacerdote in Cristo il 30/05/1953. Come primo incarico è stato nominato coadiutore di Cavaglia in Brembilla......

Le Antiche Strade dell'Alta Valle Brembana, a lezione ad Averara per i futuri geometri
Il paese di Averara si è improvvisamente animato la mattina di mercoledì 22 ottobre per la presenza di una trentina di studenti di classe quarta dell’Istituto Tecnico per Geometri “G. Quarenghi” di Bergamo che, accompagnati da alcuni insegnanti, hanno rilevato alcune zone del centro e delle frazioni. L’attività fa parte di un progetto più ampio che ha impegnato gli alunni per un’intera settimana nello studio delle vie storiche commerciali delle vallate bergamasche, dove Averara rappresentava uno dei centri nevralgici di particolare importanza e di significativa qualità architettonica. Gli studenti, seguiti dai loro docenti e da alcuni esperti esterni, hanno potuto studiare l’antica viabilità della Bergamasca, con particolare riferimento alla via Mercatorum e alle strade Prìula e Regia, che, dal Medioevo all’Ottocento, hanno caratterizzato gli scambi commerciali tra pianura e montagna e tra Lombardia e Svizzera: l’analisi si è sviluppata in termini storici, topografici, tecnologici e architettonici, per approcciare il problema con la maggiore completezza possibile......

40^ Festa delle Castagne di Redivo (Averara) - 2014
Caldarroste e piatti della tradizione locale a Redivo di Averara, la quarantesima edizione della festa delle castagne nel piccolo centro brembano. Il pranzo tra i tavoli della tensostruttura per gustare le caldarroste accompagnate dalle specialità locali, come trippa e brasato. Un immancabile appuntamento per gli oriundi e i villeggianti del piccolo paese. Dalla scorsa primavera si organizzano degli incontri, alcuni volontari hanno partecipato a un corso di castanicoltura per imparare l’arte dell’incisione e della pulizia per conservare i castagneti. Il progetto del Comune di Averara è quello di sfruttare la numerosa presenza di castagni a fini turistici. La proposta valorizzerà il paese dal punto di vista ambientale e turistico»......

Tanti Alpini al Passo San Marco per il trentanovesimo raduno Intervallivo - 2014
Quantunque le previsioni meteorologiche non fossere proprio molto premettenti, sono stati ancora una volta tantissimi gli alpini delle provincie di Bergamo e Sondrio che sono voluti salire al Passo di San Marco per partecipare alla trentanovesima edizione dell’incontro intervallivo nel corso del quale si incontrano le penne nere delle due vallate per ricordare i Caduti di tutte le guerre e per rinsaldare vincoli di amicizia stretti nei tempi della naja, nei reparti alpini ai quali erano destinati bergamaschi e valtellinesi. Si sono fatti carico dell’organizzazione della manifestazione i gruppi di Averara ed Albaredo che da sempre cura la messa in onda dell’evento. Tante penne nere –e con loro famigliari e simpatizzanti- che sono dunque saliti al passo. I primi arrivi da entrambi i versanti della montagna già prima delle ore 8, e via via il valico è andato affollandosi come sempre nel passato. Il momento dell’incontro è iniziato alle ore 10 con la formazione dei cortei sui due versanti della montagna, una sessantina di gagliardetti sul versante orobico, una quarantina su quello valtellinese, e davanti a ciascun corteo il labaro sezionale......

Incontro intervallivo degli Alpini al Passo di San Marco - 2013
E’ stata ancora di altissimo livello partecipazione la manifestazione organizzata dai Gruppi alpini di Averara e di Albaredo di domenica scorsa con l’incontro tra le penne nere delle due vallate ciu si sono aggiunti alpini e loro accompagnatori ed escursionisti provenienti da tutta la provincia e pure dal Veneto, dal Comasco e da altre regioni. All’incirca un centinaio i gagliardetti per altrettanti gruppi il che sta per almeno un migliaio di penne nere che si sono ordinatamente assiepate sotto l’altare da campo su quale è stata celebrata la messa del ricordo, officiata da don Sergio Carrara e da don Giuseppe Bulè. Alle ore 10,30 sui due versanti della montagna si sono ordinati i due cortei –ciascuno preceduto dai labari sezionali e delle associazioni d’arma, e dal gruppo delle autorità alpine, civili e militari- che hanno marciato sul ritmo del “trentatré” eseguito dalla Fanfara alpina delle Sezioni valtellinesi per incontrarsi e fondersi davanti all’altare. Perfetto lo sfilamento regolato dai Carabinieri in congedo della Valle Brembana e dei militari delle Stazioni Carabinieri di Piazza Brembana e Morbegno con i comandanti Andrea Stincone ed Emilio Murciano. La manifestazione è continuata con la cerimonia del’alzabandiera e dell’onore ai Caduti ed il ricordo degli alpini andati avanti e quindi con i discorsi di rito........

Raduno Alpino Valle Brembana Valtellina al Passo di San Marco - 2012
Mille Alpini provenienti dalle valli bergamasche, dalla Valtellina, dalla pianura e dal Veneto si sono ritrovate al passo San Marco che divide Val Brembana e provincia di Sondrio, per partecipare al fraterno incontro che si ripete da 36 anni. Lo hanno promosso e organizzato i gruppi di Averara e Albaredo (Sondrio) capitanati dai rispettivi capigruppo Bruno Paternoster e Nevio Ravelli. Gli alpini dei due gruppi hanno lavorato sodo per preparare l’evento e hanno pienamente centrato l’obiettivo, alle 10,30, come da cartellone sui due versanti della montagna si sono formati i due cortei – avanti i labari e i gagliardetti dei gruppi che hanno marciato verso il passo ai piedi dell'altare, dove è avvenuto l'incontro.......

35° Incontro Intervallivo Alpini bergamaschi e valtellinesi al Passo San Marco - 2011
Si e' svolto al Passo San Marco il consueto ritrovo intervallivo degli Alpini della Valtellina e Valbrembana, l'afflusso al passo è iniziato già verso le 7,30. Dalla sera precedente, peraltro, erano già parcheggiati alcuni camper di penne nere che avevano voluto trascorrere la notte sul posto. Sotto la pioggia in una giornata nebbiosa ci sono state le cerimonie Dell'alzabandiera e degli onori ai Caduti. Immancabile il ricordo del 150° anniversario dell'Unità nazionale, quindi i discorsi, improntati alla sobrietà nel ricordo di coloro che persero la vita per affermare i valori di libertà e di pace, e con l'invito ai "bocia" ad essere sempre partecipi delle attività di sostegno alle persone bisognose e alle comunità......