Gite e escursioni a Carona pag.2

Carona, Cabianca, Valle dei Frati, Carona
04/08/2018 Giro ad anello da Carona passando sopra la Diga di Fregabolgia sino a raggiungere il Lago Cabianca per poi salire la cresta del Monte Cabianca m. 2601. Discesa fino al Passo D'Aviasco e scendere dalla Valle Dei Frati e per poi ricongiungersi con il sentiero estivo che porte a Pagliari, oggi nella discesa abbiamo voluto esagerare oltre al temporale ci siamo presi anche una bella grandinata.

Via Calegari-Rho: Parete Nord del Pizzo del Becco
Dopo averla tentata lo scorso anno, sbagliando completamente parete per colpa della nebbia (link), sabato scorso in compagnia di Marco, Emanuele e Alessandro, l'abbiamo "portata a casa". Nessun'altro in parete, forse a causa del non proprio agevole avvicinamento, era tutta per noi e si sentivano solo le nostre voci...

Tra Farno e Pradella: le splendide Cime di Valsanguigno
Pochi giorni fa con l'obiettivo di raggiungere il Pradella mi sono avventurato sulle Cime di Valsanguigno, passando prima dal Pizzo Farno, non ero mai salito su queste cime poste nel cuore lacustre delle Orobie: la Cima occidentale si è rivelata una piccola bestiolina un pelino impegnativa da domare, poi ecco dispiegarsi un filotto di punte tutt'altro che difficili, una cavalcata in cresta tra le più belle che abbia mai fatto, le Cime di Valsanguigno mi hanno entusiasmato..!!

Carona, Rifugio Longo - Monte Aga
Giro ad anello, da Carona, Rifugio Longo - Monte Aga m. 2720 - Rifugio Calvi - Carona, anche se al rientro ci siamo presi un po' di pioggia è stata una bellissima giornata.

Sul Monte Madonnino dal Sentiero Estivo di Carona
Oggi, Carona dal sentiero estivo al Rifugio Calvi per poi salire il Monte Madonnino m. 2502 e al ritorno discesa per il sentiero invernale. . Dal passo per cengia a nord si riesce al Portulino (2.301 m), dal quale per l'ampia dorsale caratterizzata da sfasciumi e da facili roccette si raggiunge la spalla e subito dopo la Valle del Monte Madonnino (2.502 m)........

Vigilia pasquale al Borgo di Pagliari
Pagliari, la memoria nella Pietra. Lassu' dopo le ultime case di Carona, ai margini della strada che porta al Rifugio Calvi e, da qui, alle tante varianti della rete sentieristica delle Alpi Orobie spunta sulla destra, da una piccola quanto suggestiva radura, la Frazione di Pagliari. Un borgo antico, fra i meglio conservati nella sua architettura rustica, che d'inverno appare come un unico sasso compatto e scuro, che si distingue sul tappeto immacolato della neve, mentre d'estate si stempera all’interno di un paesaggio più dolce e variegato, dove le lingue verdi dei pascoli e dei prati s’insinuano fra le stradine e i viottoli, dentro i suoi spazi aperti. Siamo nell’ultima valle dell'alto Brembo......

La nevicata del 27 Dicembre 2017 a Carona
Siamo in quel di Carona a 1100 m s.l.m. il trio Ivan & Alvin & Gino si riunisce per un reportage nevoso intorno al bel laghetto alpino.......

Monte Aga - 2.720 m s.l.m
Nelle acque del Lago del Diavolo la turrita sagoma del Monte Aga si specchia con tinte fosche e poco attraenti: una parete repulsiva irta di canali e di costoloni di roccia sembra chiudere l'anfiteatro, formato da ripidi pendii di erbe e di sfasciumi. La vista della vetta e' bellissima e si allarga dalle Alpi Centrali al Pizzo del Diavolo di Tenda e a tutta la conca del Rifugio Fratelli Calvi....

Il bianco 1° Luglio del Pès Gerna
Sabato mattina quasi non ci credevo nel vedere il cielo così azzurro, mi sono scaraventato a Carona per fare una veloce scappata sul panoramicissimo Pès Gerna: non avevo preventivamente dato un'occhiata alle webcam, così ho strabuzzato gli occhi quando a Branzi mi sono trovato davanti il Corno Stella imbiancato..Avevo preso le scarpette leggere..!! Non mi sono scoraggiato, sono filato lo stesso sul Pès Gerna: a 2000 metri cominciavano tracce di neve gelata, poi lungo la salita e in vetta si andava da 0 a 10 centimetri, avevo i piedi che annegavano nelle scarpe...Ma da lassù che spettacolo..!!!.....

Carona con il laghetto alpino sulle Alpi Orobie
Carona è situato in un contesto naturalistico d'alto profilo, permette un'innumerevole quantità di escursioni adatte ad ogni esigenza. Tra le altre si segnalano l'ascesa al Monte Aga ed al Pizzo del Diavolo di Tenda, ma anche quelle al Rifugio Laghi Gemelli, al Rifugio Fratelli Calvi ed al Rifugio Fratelli Longo, questi ultimi due meta di numerose arrampicate in mountain-bike.

Una bellissima giornata di metà Ottobre al Rifugio Calvi
Bellissima giornata di sole ieri al Calvi, temperatura gradevole e neve in scioglimento a tutte le quote. Tantissimi escursionisti ieri lungo la strada e in conca, lunga fila di macchine parcheggiate, sembrava un giorno d'agosto!!! Ma siamo a ottobre e in quelle zone iniziano i colori autunnali.

Al laghetto Zelto (2.007 m)
Un altro angolino di Orobie da visitare... il laghetto incastonato a 2.007 m tra il Monte Valrossa e il Monte dei Frati. Nella conca spettacolare fioritura della Genziana Gialla, mai viste cosi' tante e tutte insieme, in questo periodo di fine luglio in piena fioritura. Toccata e fuga di primo mattino dal sentiero 213 (Calvi/ laghi Gemeii) si sale tramite sentierino che in molti punti si perde, e perlopiu' non e' segnato, ma una volta in conca la vista e' spettacolare!!!.....

Dal Vallone ai Corni di Sardegnana
Il Vallone tanto caro alla cimocimo, l'interminabile pietraia che va dal Sentiero 101 va ai Corni di Sardegna, un sito tranquillo, angusto, fuori dalle mete classiche degli escursionisti, per questo ha il suo fascino, con il suo laghetto posto a 2.200 m incastonato tra il Pizzo Torretta e i Corni. Non c''e sentiero e non ci sono segni visibili, ideale per chi ama luoghi in solitudine e avventurosi....

Lago Sardegnana, è tornato l'inverno in quota!
L'occasione era ghiotta, in centrale a Carona stanno facendo lavori e il lago centrale del Sardegnana e' strapieno d'acqua. Di primo mattino partiamo con Alex dalla direttissima che in poco tempo ci porta in quota; giornata fredda, il lago e' colmo e nei torrenti c'e' molto ghiaccio, spettacolo comunque della natura che condividiamo con voi!!.....

In neve fresca attorno al laghetto di Carona
Il trio alvin, IvanG e valanga a pestar neve fresca nei dintorini del laghetto alpino di Carona, manto neve fresca di circa 30 cm......

Notte di Luna Piena con cena al Rifugio Terre Rosse
Oggi si va di ciaspole con il trio Ivan, Alvin e valanga!! Con bel tramonto rosso dal Montebello e discesa notturna in luna piena con una cenetta tipica al Rifugio Terre Rosse delle Carisole. Rifugio strapieno, la formula della cena compreso il trasporto in navetta da e per Foppolo Piazzali funziona!!! Alla cena tipica si aggregano il motiz e la cimocimo saliti con le ciaspole da Carona, completando cosi' il tavolo dei forumendoli di VBW. Dopo un lauto pasto si rientra con il comodo gattino fino ai Piazzali di Foppolo..

Ai Laghetti di Carona nei giorni del Merluzzo
NO.... non sono i giorni della Merla, ma i giorni del Merluzzo, mai piu' azzeccata fu l'affermazione del nostro famoso meteoman di Orobiemeteo fabio76, dopo aver ricevuto su WhatsApp alcune immagini live dal bel e riparato laghetto del Marcio a ben 1850 m s.l.m. - Temperatura che superava i 15° al sole con il lago ghiacciato ma il disgelo a vista d'occhio nelle rive piu' esposte ai raggi solari....

Con la prima neve riecco la Magica alta Valle Brembana
E' bastata l'immagine di Foppolo imbiancata pubblicata sul forum in tarda serata di ieri per mobilitare il duo brembano, non si poteva perdere la prima vera dama bianca in Alta Valle Brembana. Dai 20 ai 30 cm il manto nevoso dai 1500 m in su, ma nella valle di Carona e' scesa addirittura fino al Borgo di Pagliari (1250 m s.l.m.). Pubblico alcuni scatti di stamane fatti con l'Alvin nella zona del Lago del Prato (1600 m s.l.m.)... per la prima ciaspolata della stagione!!...

Carona: gli splendidi panorami del Pes Gerna
Osservandola dalla diga Carona appare sospesa sul lago, con le spalle protette dalle lunghe pendici boscose che sorreggono Val Carisole e Valle Sambuzza: nell'angolo in alto a destra ecco apparire un costolone di sfasciumi, gli abitanti locali lo chiamano "Pes Gerna". Io oggi vorrei salire il Monte Masoni, qualcuno mi aveva parlato di un sentierino che lo raggiunge passando dalla Valle Sambuzza....

I Larici al Lac di Gère... magia d'autunno
Sempre nelle vicinanze del Calvi, questa volta nei pressi del laghèt di Gère l'autunno si colora sempre piu'.. tra cavalli e puledri in liberta'.. alcune immagini di oggi pomeriggio....

Diavolo: 48 ore di festa sulle terre alte di Carona
22 Settembre, festeggio il mio onomastico facendo festa sulle montagne di Carona,dopo la splendida esperienza dello scorso anno voglio ripetere l'avventura di una notte nell'invernale del Calvi: lo raggiungo solo dopo essere transitato dai Laghi Gemelli, porta d'ingresso per la stupenda traversata che dal Pizzo Farno porta al Monte Aviasco e da qui alla triade Monte dei Frati, Valrossa e Cabianca, vulcanica sentinella di un Calvi generoso di crepuscolo con tonalità infuocate e notte di stellata ancestrale...

Il Laghetto alpino del Cabianca
Attraversando la diga del Fregabolgia, un sentiero ben segnato sale per circa 30 minuti al bellissimo lago Cabianca (2.153 m s.l.m.), ancora parzialmente innevato, incastonato sotto l'omonimo monte. Alcuni scatti dalla Conca del Calvi.....

Pagaiando tra i Fiordi Orobici (Lago del Diavolo)
Le nostre sentinelle in alta valle ci avevo informato di un "soccorso" oggi al Lago del Diavolo, una marmotta in difficoltà e su un blocco di ghiaccio nel laghetto alpino sulle pendici dell'Aga. L'istruttore Alessandro Gherardi, chiamato dal rifugista Migliorini del Rif. Longo, fin dal primo mattino si avvia con canoa a spalla dove giunge sul posto alle prime luci dell'alba... ma della marmotta neanche l'ombra, e allora ne approfittiamo per alcuni scatti tra gli "eisberg" ancora ben presenti alla fine di Luglio!!!.....

Tra la Candida al laghetto alpino di Carona
Si sono mobilitati in 3, i licantropi brembani Alvin, Pio e Gino per riprendere gli angoli piu' suggestivi nel laghetto alpino di Carona innevato. Circa 40 cm di neve fresca a 1.100 m del paesino altobrembano, ha depositato questa perturbazione chiamata dagli operatori turistici dell'alta valle per l'imminente apertura delle stazioni sciistiche. Alcune immagini notturne sotto intensa nevicata........

Escursioni Carona PAGINA 1 - Escursioni Carona PAGINA 2 - Escursioni Carona PAGINA 3 - Escursioni a Carona PAGINA 4 - Escursioni Carona PAGINA 5 - Escursioni Carona PAGINA 6