CusioEscursioni ed itinerari - pag.1

Triomen, Ponteranica e cima Tri Bortoi
Dai Piani dell'Avaro salita sul Monte Triomen discesi ai Laghi di Ponteranica, da li sulla cima del Monte Ponteranica e della cima Monte Tri Bortoi, il tutto in un paesaggio incantevole avvolto dalle stupende nebbie.....

Ciaspolata tra prati e baite di Taleggio di Cusio
Pochi centimetri di neve fresca.. quanto basta per immagini suggestive tipicamente invernali.. oggi pomeriggio con Alvin, un paio d'ore di silenzio.. immersi nella natura con la nevicata in corso!!.......

Il Tramonto orobico di Santa Lucia
Un mordi fuggi ai Piani del Monte Avaro, giusto il tempo per ammirare il sempre spettacolare tramonto innevato dalle Alpi Orobie.....

Ciaspolando in notturna sulle Alpi Orobie
Girovagando in quota sulla neve bella compatta in cerca di immagini notturne........

Alba ai Piani del Monte Avaro
I Piani dell'Avaro sono un altopiano situato a nord di Cusio, in alta Val Brembana, leggermente sopra i 1.700 m s.l.m. Situati ai piedi del Monte Avaro, nel territorio del comune di Cusio, i Piani dell'Avaro ospitano in estate dei pascoli di bovini, mentre in inverno ospitano una pista di sci di fondo e degli impianti di risalita (forse!) che servono piste da discesa facili e di breve percorrenza. Alcune baite servono i visitatori con servizio bar e ristorante. La zona è frequentata inoltre da sci-alpinisti...

Cusio, Alta Val Brembana
Inserito in un contesto naturalistico di grande spessore, il territorio comunale di Cusio offre un ventaglio invidiabile di opzioni a chiunque voglia soggiornarvi: si va dal trekking, e relative escursioni impegnative, a semplici passeggiate adatte a chiunque voglia passare qualche momento a contatto della natura. Merita menzione anche la chiesa parrocchiale di Santa Margherita, risalente al XV secolo e riedificata nel XVIII secolo, custodisce opere di buon pregio, tra le quali spicca un polittico di Andrea Previtali....

Nella pineta innevata dei Piani dell'Avaro
Nivo-tour ai Piani dell'Avaro, tra gli abeti carichi di neve, l'alvin con il suo metro professionale ha misurato ben 57 cm di neve fresca (1600 m s.l.m.), un'atmosfera magica sulle Alpi Orobie Bergamasche che ci regalano sempre nuove emozioni!!.....

Neve-Tour ai Laghetti Alpini di Ponteranica
In programma c'era un reportage in zona San Marco, ma giunti a Olmo al Brembo all'Alvin gli si e' accesa la lampadina: "andiamo ai Laghetti di Ponternica!".. e cosi' fu. Neve fresca oltre i 1850 m s.l.m. laghetti semi gelati con cielo limpido e vento gelido, specialmente di prima mattina. Partita dunque in questo reportage la misurazione ufficiale del manto nevoso, circa 10 cm di candida...........

Al lago Pescegallo dai piani d'Avaro
Gita in famiglia e con l'amico mvalag al lago Pescegallo della val Gerola con partenza dai piani dell'Avaro tramite il passo Salmurano. Giornata con sole spesso oscurato da nubi in transito e con finale umido. Dislivelli modesti e ciclici su una distanza piuttosto estesa. Percorso non difficoltoso anche per i bambini ma da fare con attenzione e concentrazione nei dieci/quindici minuti che precedono il passo di Salmurano per via dello strapiombo a valle. Alcune immagini illustrative della passeggiata cominciando dai conosciutissimi prati dei piani d'Avaro.........

Laghetti di Ponteranica in veste ancora invernale
Giro senza pretese dai Piani dell'Avaro ai laghetti di Ponteranica. Escursione semplice ma appagante per vedere i laghetti di Ponteranica ancora con la veste invernale. I laghetti infatti sono ancora quasi completamente ghiacciati. Alcune immagini della mattinata, partita con un cielo da favola e finita con alcune, purtroppo previste, gocce di pioggia.....

Salita al Rifugio Benigni (2.222 m s.l.m.)
Visto le previsioni per Domenica e il sabato libero decido di salire al rifugio Benigni. Stavolta non sono solo, mio nipote e mio fratello decidono di condividere la gita e vedere come è messo il canalino. Siamo attrezzati con scarponi impermeabili e ramponi, non sò bene lo stato della neve meglio non rischiare. Salendo incontriamo le solite scariche che coprono le vallette la neve non è molta e abbastanza dura ma non c'è stato rigelo notturno......

Ciaspolata Gastronomica al Monte Avaro
Gimmj e Nicola dell'Akja soccorso piste sci, hanno prestato assistenza alla ciaspolata al Monte Avaro organizzata dall'Associazione Kairos Brembo Emotion che ha visto parteciapare piu di 300 persone. I due akjoni muniti di tutto l'occorrente hanno anche improvvisato un mezzo per il trasporto del materiale di soccorso. Alle 10.00 hanno dovuto intervenire su una giovane donna colta da malore e all'inizio del percorso, presso la prima baita. La paziente è stata fatta rientrare albergo Monte Avaro in modo che potesse riprendersi. Hanno poi deciso di sostare presso la partenza per poi chiudere la lunga coda di ciaspolatori. Di seguito alcune immagini scattate presso le baite del percorso dove si potevano assaggiare i prodotti tipici del territorio e alcuni passaggi dove "l'ambulanza" ha fatto sudare i due "muli" di Zogno...

Ciaspolata al Monte Avaro con Tramonto
Oggi vogliamo ripetere alla luce del giorno una bella e rilassante ciaspolata pomeridiana ai piani dell'Avaro dove concludiamo con una merenda al Ristorobie e uno spettacolare tramonto. La bellissima Baita del Carpen degli alpini di Cusio......

Istantanee di un Tramonto sui Piani dell'Avaro (Cusio)
Con l'ultimo boccone del pranzo ancora in masticazione partiamo col bob alla volta dei Piani d'Avaro. Stavolta mi porto anche "l'attrezzatura" fotografica perchè la velatura che si vede anche a San Giovanni potrebbe dar luogo a bei colori del tramonto. Rispetto a 2/3 settimane fa c'è molta più gente, piste battute ed impianti in funzione. Il tratto battuto alla sinistra del rifugio lontano dagli impianti è un vero spasso con il bob e assimilabili. Oggi ci sono discesisti, fondisti, scivolatori, ciaspolatori, passeggiatori; tutti qui per godersi divertimento e panorami....... Beh, non proprio tutti!......

Ciaspolata tra prati e baite di Taleggio di Cusio
La prima ciaspolata della stagione sui pascoli innevati di Taec dè Cus... Cusio circa 20 cm di neve fresca... con manto massimo di ben 40 cm sui prati alti, tra belle baite ritrutturate e alberi carichi di neve, con il Pio stamane abbiamo "pestato un bel po' di neve.. ma ne valeva la pena. E' lo stesso trekking-tour che ho fatto questa primavera scorsa con IvanG........

Dal Pizzo Cusio al Monte Avaro in un mare di nebbia
Periodo tardo autunnale, periodo di strati nebbiosi a quote medio/ basse, e' l'inversione termica, ovvero quel fenomeno per cui la temperatura dell’aria aumenta salendo di quota. Tutto ciò succede perché in condizioni di alta pressione (HP), e quindi con cielo sereno, al suolo il calore viene disperso verso lo spazio formando uno strato freddo. L’assenza di vento e la stabilità della colonna d’aria consentono il permanere dello strato freddo al suolo, che a causa dell’umidità presente raggiunge il punto di saturazione e si forma appunto questo strato nebbioso che stamane si presentava sulla Valle Brembana a quota 1200/ 1400 m s.l.m... un mare di nebbia!! Pubblico alcune immagini sulle tracce ei fungaioli (vero elio.biava!! he), tra il Pizzo di Cusio e il Monte Avaro........

Escursioni a Cusio e Monte Avaro: PAGINA 1 - PAGINA 2 - PAGINA 3 - PAGINA 4 - PAGINA 5