Gite e escursioni a Oltre il Colle pag.1


Tramonto sul Pizzo Arera
Sabato 20 Ottobre 2018 – P.zo Arera - Oggi con Claudia, Mirta Simon e Corti saliamo a Capanna 2000 per una cena speciale a base di pesce. Fa strano salire in quota per mangiare pesce, ma Corti garantisce che è una tradizione e che non resteremo per nulla delusi. Naturalmente non posso che proporre di salire nel pomeriggio per ammirare il tramonto dalla cima dell’Arera e i soci approvano. Lasciata l’auto a 1600m saliamo di buon passo tra foschie e nebbie che nulla di buono lasciano presagire fino a quando, ormai nei pressi del rifugio, buchiamo la coltre grigia ed entriamo nel meraviglioso mondo del Sole e del cielo azzurro.

Via Ferrata Maurizio - M.Croce e Croce Alben
Dalla Conca dell'Alben Via Ferrata Maurizio - Monte Croce e Monte Alben . Ferrata esposta a nord e siamo saliti su roccia molto umida ma di una soddisfazione inappagabile e per mettere la ciliegina sulla torta siamo saliti anche sulla cima dell'Alben. L’Anticima sulla quale si svolge la “Ferrata Maurizio” è la Vetta quotata 1900 m. a Est del Monte Croce facente parte del massiccio calcareo del Monte Alben. Quest’ Anticima, vista da Nord, si distingue per i due grandi contrafforti solcati da profondi canali che, a piramide, portano verso le torri imponenti della vetta. E’ un versante selvaggio e alpinisticamente poco frequentato per la sua difficile accessibilità.

Nuova via sulla Cima Croce, Alben The Flying Orange
Con la squadra dimezzata da piccoli infortuni e impegni, arruoliamo Emanuele e partiamo alla volta della Cima Croce sull’Alben. La meta, a differenza dei giri precedenti, non è per nulla sconosciuta all’alpinismo e vanta diverse vie di lunghezza e difficoltà contenuta. Clipper, Hotel California, Tri e Mes, Black Line, Aubea si contendono la parete Nord-Ovest caratterizzata da un calcare compatto e molto lavorato, con balze verticali intervallate da canali erbosi e cenge detritiche. L’arrampicata non è mai troppo continua e acquista fascino d’inverno, dove i tratti erbosi diventano scivoli innevati. Saliamo senza troppe pretese di gloria per vedere se riusciamo a sgusciare una via nuova sul lato destro della parete; più basso e quindi meno ambito. Camminando sul sentiero che porta al passo della Forca, passiamo in rassegna tutti gli attacchi, scoprendo anche la via G.M., ben segnata da una placca importante e da una fila di spit ravvicinati. “Qualcuno fa sul serio!” pensiamo, seguendo con lo sguardo le placchette.

Giro ad anello per un meraviglioso Arera
Nella meravigliosa giornata del 24 settembre 2018 non potevo che fiondarmi su qualche vetta ultra panoramica e la mia scelta è caduta sull'Arera, bisognava sfruttare l'occasione: ho preso il semi sconosciuto Sentiero del Merlàs che parte da Plassa, poi una volta in quota ho virato verso la Baita Camplano e scavalcato il Söc di Agnèi sono andato ad agganciare la panoramicissima cresta est. Discesa dall'Arera dal canalino nord, poi Sentiero dei Fiori e ritorno a Plassa da Capanna 2000 per strada e scorciatoie: che giornata..!!!

Sul Pizzo Arera per tifare gli amici impegnati nel GTO
Escursione con Muro e Anna su questa classica e sempre bella montagna anche per tifare i tanti amici impegnati nel GTO. Partiti dalle Baite di Mezzeno saliamo al Branchino e da qui via sul sentiero alto dei fiori fino ad incrociare il bivio per la Corna Piana. Saliamo nel maestoso maendrone e raggiungiamo il sentiero che, con qualche passo di facile arrampicata, ci porta in vetta. Discesa dalla normale fino a Capanna 2000 dove attendiamo il passaggio degli amici e dei tantissimi partecipanti alle gare. Dopo la lunga pausa ci mettiamo in cammino andando incontro agli atleti incitandoli e salutando tutti i nostri compari impegnati in questa lunga e dura corsa! Rientro a Mezzeno giusto in tempo prima del temporale!

- Rif. Capanna 2000 - Pizzo Arera (2.512 m s.l.m.)
La maestosa cupola del Pizzo Arera, ben visibile anche dalla pianura bergamasca, una cima di particolare importanza nell'arco prealpino. Conosciuto da molti secoli per le miniere di calamina, il Pizzo Arera e' anche una montagna frequentemente salita da Zambla Alta (oltre il Colle), ma anche dalla bocchetta di Corna Piana lungo la cresta nord con un itinerario in parte attrezzato con catene fisse. Vie alpinistiche di salita lo solcano del bellissimo versante nord (Val Canale) e appare come una bastionata rocciosa di rara imponenza.....

Oltre il Colle, la conca in Alta Val Serina
Come si può intuire, il toponimo sta ad indicare che il paese possiede una posizione tra i monti delle valli Seriana e la Valle Brembana. Difatti per raggiungerlo, da entrambe le valli, bisogna superare un colle, da cui l'origine di Oltre il Colle. La conca in cui è posto è sovrastata da monti imponenti come il monte Arera, il Grem, il Menna e l'Alben. Sono pochi i documenti che ci possono riferire del passato di questo paese. Si sa che è sempre stato una frazione del vicino comune di Serina, da cui ottenne l'autonomia amministrativa a partire dall'anno 1569...


Alla Cima del Grem in pieno inverno!!

Il trio sangiovannese: alvin, Ivan e valanga sulla vetta del Grem (2.049 m s.l.m.) dal Passo di Zambla. Fino a 1.650 m non ci sono problemi, il terreno e' privo di neve e si percorre il traverso sentiero che porta ai pascoli, dove ancora oggi sono visibili gli scarichi delle miniere di calamina. Dopo la baita di Grem (1650 m) iniziano i problemi, la pioggia dei giorni scorsi a reso la neve dai 1.650 ai 1.900 m una lastra di ghiaccio, pericolosissima.. non si stava in pedi, e qui che indossiamo i ramponi che l'alvin si era prudentemente portato nello zaino.....

Girotondo dell'Arera: lo spettacolare Periplo 244
Settembre inizia con una giornata versione de luxe, sarebbe l'ideale per raggiungere la vetta panoramicissima dell'Arera, sfrutto invece l'occasione per accompagnare mio cognato a fare giro girotondo sul favoloso sentiero 244 del Periplo, un tracciato che permette di scoprire ambienti di una grandiosità inimmaginabile, soprattutto sul versante nord si sfiorano e ci si immerge in vere cattedrali di roccia, quest'anno adagiate sopra ancor numerosi e abbondanti accumuli nevosi dello scorso inverno. Il sentiero è per escursionisti esperti e presenta alcuni modesti passaggi attrezzati con funi, nonchè alcuni canali e pendii scoscesi da affrontare con adeguata dose di attenzione, ma nel complesso è ben percorribile senza eccessive difficoltà: un viaggio che lascia un'impronta indelebile, l'Arera mostra tutta la sua maestosità senza temere confronto alcuno.....

Alpinismo: Via ferrata "Pierangelo Maurizio" - Monte Alben
Stamattina sono andato a fare un giretto mattutino sull'Alben prima del lavoro. Che dire? Complimenti a chi ha realizzato la ferrata.La prima (breve) parte è una ravanata su terra smossa, ma la seconda parte (decisamente più lunga) io l'ho trovata molto bella e soprattutto molto ben pensata. Dopo la cengia ascendente la roccia è ottima, anche se si vede la novità e qualcosa deve ancora pulirsi (occhio quindi a cosa si tira). La linea è logica, alpinistica nel cercare i punti di minore difficoltà, ma la verticalità e l'esposizione si fanno sentire. Ho provato a salire senza usare il cavo se non per assicurazione e limitando l'uso degli infissi agli appoggi se necessari, e l'ho trovata divertente e tutt'altro che banale!.......

Escursioni Oltre il Colle PAGINA 1 - Escursioni Oltre il Colle PAGINA 2 - Escursioni Oltre il Colle PAGINA 3 - Escursioni Oltre il Colle PAGINA 4 - Escursioni Oltre il Colle PAGINA 5