Escursioni e gite a San Pellegrino Terme - PAG.1



Nivotour notturno a San Pellegrino Terme
Attesa nevicata a quote basse durante la notte e le prime ore del mattino, lasciando al suolo circa 10 cm di manto nevoso sui nostri paesi di fondo valle. Alcune immagini scattate alle ore 5.00 a San Pellegrino Terme, paesaggio ovattato e magico.......

Il Borgo di Sussia (San Pellegrino Terme)
Sussia e' un' antica frazione sopra San Pellegrino Terme raggiungibile percorrendo un'ora di comoda mulattiera, che parte dalla Vetta. Pur rispettando rigorosamente le caratteristiche del posto e le giuste istanze di chi si preoccupa del verde e dell'antichità, Sussia puo' avere un futuro come agriturismo e come punto di ritrovo per magnifiche e salutari escursioni. La chiesetta dedicata a S. Michele, grazie a vari interventi di volontari, viene mantenuta in buono stato, ma necessita sempre di costanti cure, specialmente per il tetto. Qui a Sussia oltre alla festa di S. Michele il 29 Settembre, ogni volta che passa un sacerdote e si rende disponibile si celebra una Messa......

Il Monte Zucco di San Pellegrino Terme
Una grande croce di ferro, dominante tutta la media Val Brembana e in particolare San Pellegrino Terme, sorge sulla vetta del Monte Zucco, assieme ad un piccolo monumento che ricorda la guida Antonio Baroni di Sussia Alta. Lo Zucco, che si alza con poderose forme sulla destra orografica del fiume Brembo....

Al Pizzo Corno, Crus di Coregn di Santa Croce 1030 m s.l.m.
Da Santa Croce (San Pellegrino Terme) si sale in auto in direzione di Salvarizza, la strada diventa sterrata e raggiunge la Tribulina al Passo di Salvarizza, da comodo sentiero al Roccolo dei Bonaiti dove troviamo l’indicazione per la Croce (Crus di Coregn), il sentiero sale ripido alla di salita al Pizzo Corno, in breve siamo alla croce a quota 1030 m. Vista panoramica nel fondo valle, la sottostante Santa Croce e San Pellegrino Terme, da un lato, e sulla Valle Serina, dall'altro, la Corne Mària (1044 m) e la Pedercina (948 m)......

Dalle Corne di Santa Croce al Pizzo Rabbioso
Una delle zone piu' selvagge e affascinanti della media Valle Brembana, la dorsale spartiacque tra la Val Serina e la Valle Brembana, che va dal Pizzo di Spino al Monte Gioco tra torrioni, terrazzamenti, pinnacoli rocciosi che dominano la Valcava tra le Corne Marià e Pedersì, e dal versante della Valserina l'ascesa al Pizzo Rabbioso....

San Pellegrino Terme, la cittadina della Valle Brembana
San Pellegrino Terme situata in una valle della Bergamasca, la Valle Brembana, essa prende il nome dal fiume Brembo che la percorre in tutta la sua lunghezza. Il territorio di San Pellegrino Terme è disposto sulle due rive del fiume. La cittadina dista 24 Km da Bergamo e 70 Km da Milano. Centro ed economia rurale sino alla fine dell’800, San Pellegrino Terme è diventata, grazie allo sfruttamento delle sue acque, una fra le più rinomate città termali della Lombardia. San Pellegrino Terme porta il nome del martire Santo primo vescovo di Auxere in Francia nel Secolo III. San Pellegrino Terme è un centro, notissimo per proprieta' terapeutiche delle sue fonti, conosciute sin dal 1200 fu sempre un grande richiamo fin dai tempi remoti, quando specialmente da Venezia era accorrere per far "la cura" delle sue acque, particolarmente efficaci contro l'uricemia e la calcolosi dei reni. L'attuale centro della cittadina e' sorto dalla fusione in nucleo di alcuni insediamenti contadini sorti sul fondovalle ai margini del fiume Brembo...

Il Ronco o Monte Molinasco, 1170 s.l.m.
Il Ronco è una zona di pascolo montano veramente incantevole, una grande distesa di prati verdeggianti con varie cascine su piccoli dossi sembrano guardarsi. Ora non sono più abitate in modo permanente, ma ognuna viene ancora contraddistinta dal toponimo, affiancato dal cognome o dal soprannome della famiglia che vi risiedeva o che ne era la proprietaria. In posizione dominante, con la casa staccata da stalla e fienili, ecco con un nome che non lascia dubbi: Grömel, Palàs/Mascherù. Si tratta dei Mascheroni, che, originari dell’Olmo (Olmo al Brembo), furono i maggiori proprietari terrieri della zona. Poco sotto c’è Silter/ Mascherù Ecc (‘Silter’ indica locale con soffitto a volta, ‘Ecc’ sta per vecchi). Dalla croce del Ronco bella panoramica sulla media valle e i paesi di San Pellegrino Terme e San Giovanni Bianco...

San Pellegrino Terme: il Rabbioso Gioco del Corno...
Gioco di parole per un giretto che mi ha portato sulle montagne che chiudono l'est di San Pellegrino: transitando da Frasnadello mi sono avviato alla volta del Pizzo Rabbioso, prima volta per me lassù, bello..!! Poi ho traversato al Monte Corno che domina Santa Croce e mi sono lasciato tentare dal dirimpettaio Monte Gioco, che ho salito dalla forcella di Salvarizza tramite una ripida direttissima che percorre il soleggiato versante sud: non la conoscevo, che tirata, menomale che l'ho fatta adesso, in estate dev'essere un forno quel versante..!! Ritorno infine da Spettino, poi giù dalla mulattiera che da Santa Croce passa dalla Cappella Roccolo e deposita al mastodontico Gran Hotel....

Escursioni e gite a San Pellegrino Terme - PAGINA 2 ->> - Escursioni e gite a San Pellegrino Terme - PAGINA 3 ->> - Escursioni e gite a San Pellegrino Terme - PAGINA 4 ->>