Escursioni e itinerari a Mezzoldo - pag.3

Trekking per la Val Terzera fino al Monte Cavallo
Visto l'arrivo di Caronte, oggi Domenica 1 luglio, per rinfrescarmi un pò decido di salire sul monte Cavallo passando per la Val Terzera. Arrivo al parcheggio di Madonna della Neve (Mezzoldo) verso le 7.00. L' aria non è proprio fresca, ma è sempre meglio che salire sotto il sole. Verso le 9.00 sono in cima al Monte Cavallo, non sono il primo, c'è già qualcuno che torna forse altri acchiappa-albe che fanno concorrenza ai nostri furendoli, Il cielo è azzurro ma il panorama non è proprio limpido, qualche foschia all' orizzonte guasta la vista sulle Alpi Svizzere.......

L'Alba dal Pizzo Segade (2.173 m s.l.m.)
Tornano gli acchiappa-albe con il duo Ma.Ca & valanga per riprendere in quota il nuovo giorno dalle alture della Ca' San Marco e precisamente per la prima mondiale.. dal Pizzo di Segade (2.173 m s.l.m.). Il pizzo delle Segade è ad est dal passo di San Marco, è la prima significativa elevazione sul crinale che separa la Val Brembana dalla Valtellina. La grande croce di ferro che sormonta il pizzo gli conferisce, comunque, un’aria non dimessa, ma dignitosa ed interessante con una vista panoramica dei due versanti....

Ca' San Marco - Passo Verrobbio - Lago e Cima Pescegallo - Ponteranica Occidentale
Partenza da Cà S.Marco verso p.so di Verrobbio , Forcellino discesa verso lago di Pescegallo e risalita delle bellissime cime di Pescegallo e Ponteranica Occidentale . Discesa per la stessa via di salita e rientro via p.so di Salmurano dove abbiamo incrociato il 101 che ci ha riportati al punto di partenza . Gita di soddisfazione vista l’ancor cospiqua presenza di neve sul versante settentrionale. Peccato il meteo non sia stato dei migliori...

Da Sparavera (Mezzoldo) in Gambetta lungo il sentiero CAI 113
Sabato siamo salite alla Sparavera di Mezzoldo con destinazione i pascoli della Gambetta. Il sentiero prende avvio dopo l'ultimo condominio della piccola frazione di Mezzoldo. Il sentiero 113 è ben segnalato. Lasciamo l'auto nel piccolo parcheggio e imbocchiamo la strada privata che con decisa pendenza ci porta alla fine del piccolo nucleo abitato. Buona parte del percorso è nel bellissimo bosco per poi sbucare nei pascoli frequentati per ora da pochi escursionisti e dai camosci che qui sono di casa. Ho una segnalazione da fare nel tratto franoso tra Piazzoli ed il Cornello dei Mirtilli (poco prima della sorgente) il sentiero è praticamente "scivolato" a valle. E' un tratto da percorrere con molta attenzione, soprattutto in condizione di terreno scivoloso. Richiederebbe manutenzione. Oppure segnalare a valle la pericolosità del tratto in modo da avvisare gli escursionisti.....

La gelida Alba primaverile al San Marco
La strada per il Rifugio San Marco e' transitabile senza problemi, e allora ne approfitto per un'alba comoda in quota, tra una perturbazione e l'altra.. in questo Aprile piovoso come non mai!! Mezzo metro di neve fresca bagnata, che con il gelo e il vento teso di stanotte (minima a -5° al Rif.!!) si e' compattata. I meteorologi orobici dicono che oggi e' la giornata migliore della settimana altre precipitazioni arriveranno presto con quota neve in ribasso, oltre i 1100/ 1200 m. - Passo alle immagini di stamane nella zona del San Marco....

Fraccia di Mezzoldo, Casera di Azzaredo, Bivacco Zamboni (1995 m)
Giornata tipicamente primaverile con temperature miti e neve quasi completamente sciolta anche ad alte quote!! Con il socio Gaetano decidiamo una veloce ascesa al Bivacco Zamboni, parcheggiamo l'auto alle 14.30 in località Fraccia (1585 m). Sentiero n° 124A CAI... dopo il primo tratto pianeggiante tra faggi e abeti rossi superiamo il torrente che scende dal Fioraro e iniziamo la salita a zig zag sino alle belle baite e casera di Azzaredo in fase di ristrutturazione dall'ERSAF.....

Val Terzera - Tra neve e Casere
Sabato siamo nuovamente salite al Ponte dell'Acqua (Mezzoldo) ma invece che imboccare la Strada Priula abbiamo rivolto la nostra attenzione al versante opposto. All'altezza della diga prendiamo il tracciato che riporta il segnavia CAI 115 con chiare indicazioni per il passo di San Simone ed il Monte Cavallo. Il largo tracciato nel bosco è ancora in ombra e a tratti ghiacciato. Usciamo dal bosco ed il sole ci fa ormai compagnia. La neve, ghiacciata solo in superficie, ci fa rimpiangere di aver lasciato le ciaspole in auto... accidenti! lungo il percorso la neve, in alcuni tratti ci arriva abbondantemente oltre le ginocchia e rende faticoso procedere...../td>

Bianco ritorno sulla via Priula innevata - Ponte dell'Acqua - Mezzoldo - Alta Valle Brembana, Sabato 4 febbraio 2012
Ciao a tutti, sabato sono tornata al Ponte dell'Acqua di Mezzoldo per ripercorrere la storica via Priula in versione invernale. Nel mio precedente passaggio autunnale la nebbia non mi aveva permesso di godere appieno della bella passeggiata. Ma stavolta è tutta un'altra storia. Lascio l'auto poco oltre il bivio per il Ristorante Rossi e mi incammino lungo la bella strada. Ci sono tracce di precedenti passaggi che scoprirò poi essere del guardiano della diga di Valmora sulla via del lavoro (beato lui...). Tutto tranquillo fino ai piedi della casera Ancogno, oltre il vento la fà da padrone...

Ciaspolata nel Bosco Pasino e Val di Terzera (Mezzoldo)
Circa 25 cm di neve fresca nella Val di Terzera, sulle alture di Madonna della Neve (Mezzoldo), che sommato alla precende supera di gran lunga il metro!!! Posti incantevoli dove la traccia di sentiero costeggia il piccolo torrente che scende dal Monte Cavallo.. tra cascatelle e il ghiaccio presente nelle pozze. Alcune immagini di oggi della "candida" in alta Valle Brembana.......

Monte Cavallo da Mezzoldo: salita invernale (?)
Partiamo dal rifugio Madonna delle Nevi sotto un bellissimo cielo stellato ed un freddo pungente. Risaliamo la Valterzera fino ad una baita dove deviamo a destra e, seguendo le tracce di ciaspole già presenti, risaliamo un ripido bosco fino alla cresta. Tratto davvero faticoso per la ripidezza, il bosco fitto e per la presenza di un metro abbondante di neve fresca. Arrivati in cresta la desolazione... la salita fino al Cavallo è in condizioni imbarazzanti, pochissima neve e tanta erba e ghiaccio che rendono insidoso ogni passo perchè non c'è abbastanza ghiaccio per mettere i ramponi, ma non si può nemmeno camminare tranquilli sull'erba!...

Giornata bianca al Passo di San Marco
Effettuato il varo sulla pista di fondo di Foppolo della scorsa settimana, ho voluto prendere maggiore confidenza con le ciaspole in "ambiente reale"; certo non è la neve fresca che attendiamo, ma è quantomento il secondo step. Per il terzo si vedrà.......

La candida neve tra il San Marco e Ponte dell'Acqua
Altra nevicata in valley, non molta... circa 25 cm a 2000 m s.l.m. ma sempre preziosa per le nostre piste da sci, alcuni impianti hanno aperto oggi (vedi settore SKI del forum) altre stazioni si spera per le vacanze natalizie. Questa volta la salita avviene in auto da Ponte dell'Acqua la strada per il San Marco si presenta innevata e ghiacciata ma le gomme termiche fanno miracoli!! Il tempo di bere un caffe' con "rimorchio" al Rifugio San Marco 2000 dal Claudio e via belli imbacuccati a fare scatti tra le raffiche di vento gelido e un temperatura che si aggira di primo mattino sui -10°.......

Sul Sentiero 101 delle Orobie tra il Passo San Marco e il Bivacco Zamboni
Partendo dal Passo San Marco in escursione pomeridiana, ma le giornate ora sono corte e dopo il tramonto la temperatura a queste quote e' gia' sottozero. I versanti sud sono belli puliti mentre i versanti al vago sono innevati e ghiacciati. Alcune immagini del tratto di Sentiero 101 delle Orobie dal Passo di San Marco al Bivacco Zamboni del C.A.I. Alta Valle Brembana. Tempo impiegato circa 3 ore andata e ritorno......

Ponte dell'Acqua (Mezzoldo) - Passo San Marco lungo l'antica Via Priula
Al Passo San Marco siamo abituate ad arrivarci in auto ma oggi decidiamo di seguire la storica via Priula ed arrivarci cosi a piedi. Peccato per la nebbia che ci avvolge e che non ci permette di godere del panorama salendo verso Cà San Marco. Lasciamo l'auto al Ponte dell'Acqua e saliamo lungo la strada che porta al Ristorante Rossi. Lo superiamo e d'ora in poi sarà il sentiero 114 il nostro riferimento. Lungo la bella mulattiera, che riporta ancora evidenti le tracce dell'antico percorso voluto dalla Repubblica di Venezia e realizzato tra il 1592 ed il 1596 da Alvise Priuli, troviamo i cippi che riportano la cronologia chilometrica del percorso. Il primo cippo che incontriamo riporta il km 52 e al passo troveremo poi il km 56.300...

La bianca transumanza dall'Alpe Ancogno al valico del San Marco
Come da previsione la prima neve della stagione invernale 2011/2012 è arrivata. I tre moschettieri orobici l'avevano prevista.. questa nevicata di inizio autunno con diversi giorni di anticipo e possiamo dire, come sempre.. le previsioni sono state azzeccate. La neve ha coperto con il suo candido mantello bianco le Orobie oltre i 1800 m con accumuli di 25 cm oltre i 2000 m.. e cosi' che il casaro Carlo Duca dell’Alpeggio Ancogno Soliva ha deciso di riportare le sue vacche.. di prima mattina a Talamona di Valtellina via valico di San Marco.... sulla prima neve di fine estate...

Madonna delle Nevi (Mezzoldo) Giro delle Casere
Sabato 10 ho fatto un giro tra gli alpeggi in quota del territorio di Mezzoldo. A parte la strada per il San Marco per me è zona totalmente nuova escluso il 101, fatto col mio CAI 5 o 6 anni fa. Veramente il mio programma era di salire alla cima del Monte Cavallo dalla Val Terzera prendendo dal forum l’escursione fatta da IW2LBR, e per vedere all’opera il malgaro Juri Salvini.....

Gambetta dalla casera Ancogno di Mezzoldo
Oggi un pomeriggio in montagna per festeggiare un lieto un’anniversario di famiglia ed anche un appuntamento con la storia d’Italia. Si parte di pomeriggio alla volta di Mezzoldo, il sole occhieggia qua e la tra le nuvole rare, arrivati a Ponte dell’Acqua, in bella vista una mandria di mucche già al ritorno dagli alpeggi in quota, l’autunno avanza. Arrivati in località Fraccia anche le pecore sono in ritirata solamente una bella schiera di vitelli rimane per l’ultima erba alla Casera di Ancogno (1669m)... ......

Sull'Alpe di Valterzera dal Casaro Salvini il miglior Bitto DOP
Siamo abituati a vedere la Valterzera in abito bianco, con i reportages annuali di skiador & C che qui scorazzano tra curve e salti nelle vallette in neve fresca... ma nel periodo estivo, nella stretta valle di Terzera, sulle pendici del Monte Cavallo si produce il miglior bitto delle orobie. La famiglia Salvini da 33 anni in alpeggio con le sue 60 vacche... tra pochi giorni si trasferisce giu' in stalla a Mezzoldo dopo un'estate in alpe di ottima produzione di formaggio Bitto Dop. Yuri con la molgie Katia producono circa 5 formagge al giorno con il pascolo da 1600 a 2000 m sotto il Passo di San Simone.. ma i Salvini sono famosi perche' l'anno scorso, alla 103^ Mostra di Morbegno sono stati premiati come miglior Bitto DOP sbaragliando la concorrenza di casa Valtellinese........

Madonna delle Nevi - Casera Siltri - Bivacco Zamboni
Le previsioni meteo promettono una giornata all’insegna del bel tempo e pertanto ne approfittiamo per portare a termine il giro ad anello non concluso il 7 maggio 2011, al di sopra del Rifugio Madonna delle Nevi di Mezzoldo. Partiamo di buon’ora e la valle è ancora immersa nell’ombra. I primi raggi di sole ci raggiungono dopo aver oltrepassato la Casera dei Siltri di proprietà del Comune di Sorisole, mio paese d’origine.....

Escursioni sui sentieri di Mezzoldo e Madonna delle Nevi: PAGINA 1 - PAGINA 2 - PAGINA 3 - PAGINA 4 - PAGINA 5