Altitudine 486 metri s.l.m.
Lat. 45°56'36"24 - Long. 09°40'40"08
Municipio: Tel. 0345.81051
Misure: superficie 12,88
Valle Brembana, 37 km da Bergamo

Lenna Oltre la Goggia

Piazzatorre L'origine del nome LENNA non ha trovato concordi i ricercattori Per alcuni esso deriverebbe dal nome romano di ALENA, ALENUS per altri invece deriverebbe dalla voce lombarda "LEMM", cioe' civaie, legumi, in rapporto alla coltivazione che un tempo doveva essere, nella piana del paese, assai diffusa. Secondo il PIERI' il nome potrebbe anche derivare dall'etrusco "LE'MINA" o " LE' MENE". Data la sua posizione geografica Lenna e' sempre stato attivo sia nei commerci che anche nella lavorazione del Ferro. Vi erano infatti un tempo Fonderie ed Officine per la sua trasformazione. Nel 500 Lenna contava circa 300 abitanti. Il suo cittadino piu' illustre e' stato il celebre architetto MAURO CODUSSI che opero' in Venezia nella seconda meta' del 400 sino alla sua morte avvenuta nel 1504. Fu tra i primi ad introdurre i moduli rinascimentali dell'Architettura Veneta. Costrui' a Venezia le chiese di S.Michele in Isola, di S. Maria Formosa, di San Giovanni Crisostomo, la facciata di S. Zaccaria, e i celebri palazzi ZORZI correr e Vendramin - Calergi. Architetto' inoltre nel 1496 la torre dell'orologio in Piazza San Marco.

Il paese di Lenna si estende appena a monte della confluenza dei due rami principali del Brembo, quello di Mezzoldo e quello di Fondra. Da prevalente centro agricolo-montano si sta' sviluppando in un centro di produzione industriale ed artigianale, con l'effetto di ridurre in parte il pendolarismo lavorativo ancora diffuso. Del resto a Lenna erano attive fino all''800 importanti fucine e forni fusori dei minerali provenienti dall'alta valle Brembana. Anzi, l'apparizione celebrata dal Santuario della Madonna della Cultura avvenne piu' di 400 anni fa proprio ad un garzone di fucina nel laboratorio dov'era affrescata la sacra immagine della Vergine.